Otorinolaringoiatria e otoneurochirurgia

Contenuto dell'articolo

Struttura complessa
del Dipartimento ad attività integrata Testa-collo

Chi siamo

Direttore: Enrico Pasanisi 
Coordinatore infermieristico degenza e ambulatori: Roberto Peritore
Coordinatore infermieristico Comparto operatorio: Catia Silvi
Medici: Barbara Bertoldi, Andrea Bacciu, Giulia D’Angelo, Filippo Di Lella, Maurizio Falcioni, Gianfranco Macri, Gabriele Oretti, Alessia Piccinini, Giovanni Paolo Santoro, Vincenzo Vincenti.

Cosa facciamo

La struttura svolge attività di assistenza e di ricerca nel campo della sordità infantile - con programma di screening neonatale -  delle patologie otologiche e otoneurologiche, di quelle dell'orecchio interno, oltre che delle patologie del distretto cervico-facciale.
All'interno della struttura si svolge anche un'intensa attività di tipo chirurgico, in particolare, la chirurgia oncologica, cervico-facciale, endoscopica del naso e dei seni paranasali, adeno-tonsillare, e per il trattamento della sindrome delle apnee ostruttive nel sonno.

La microchirurgia della sordità e la chirurgia oncologica rappresentano l'attività principale, consentendo la diagnosi e la terapia medica e chirurgica dei tumori di pertinenza otorinolaringoiatriche di tutte le patologie dell'orecchio esterno e medio, tra cui malformazioni, otiti croniche semplici e loro esiti, otiti colesteatomatose, otosclerosi.

La struttura effettua la diagnosi e la riabilitazione delle sordità del bambino e dell'adulto mediante le protesi semi-impiantabili, l'impianto cocleare e l'impianto uditivo al tronco encefalico; si trattano con successo anche i casi particolari, quali le malformazioni labirintiche, le ossificazioni cocleari e gli esiti chirurgici delle otiti croniche. Presso la struttura è attivo un programma di screening uditivo neonatale universale abbinato ad un ambulatorio specifico per la diagnosi della sordità infantile.

Otoneurochirurgia

  • L’otoneurochirurgia comprende il trattamento delle vertigini, delle paralisi periferiche del nervo facciale, del colesteatoma della rocca petrosa e del neurinoma dell’acustico.
  • La patologia dell’orecchio interno – malattia di Menière, ipoacusia improvvisa, sordità autoimmuni, sordità genetiche, etc – viene affrontata in tutti gli aspetti diagnostici e terapeutici.
  • La chirurgia oncologica cervico-facciale comprende il trattamento delle neoplasie benigne e maligne delle fosse nasali, del cavo orale, della laringe, della faringe, delle ghiandole salivari, della tiroide e delle paratiroidi con moderne tecniche chirurgiche conservative e ricostruttive, abbinate alla tecnologia laser e all’uso dell’endoscopia.
  • La chirurgia endoscopica del naso e dei seni paranasali comprende il trattamento delle sinusiti croniche e di tutte le cause di ostruzione nasale; viene inoltre trattata per via endoscopica anche la patologia del basicranio anteriore e della sella turcica.
  • La chirurgia del russamento e della sindrome delle apnee ostruttive nel sonno rientra anche nell’attività  multidisciplinare, realizzata in collaborazione con il Centro del sonno della Neurologia, si occupa della diagnosi e del trattamento medico, strumentale e chirurgico dei disturbi respiratori nel sonno nel bambino e nell’adulto.

La struttura svolge attività didattica per la facoltà di Medicina e chirurgia; è inoltre il corso di perfezionamento in microchirurgia otologica che consente ai partecipanti di approfondire tutti gli aspetti sia clinici che chirurgici della patologia otologica, anche attraverso lezioni teoriche e partecipazione diretta all’attività chirurgica in sala operatoria.
La struttura svolge anche numerose attività ambulatoriali, tra cui attività ambulatoriali di otorinolaringoiatria, servizio di audiovestibologia, centro laser.

Day Hospital

Ala est (pad.5), 8° piano, tel. 0521.703207

Il ricovero può avvenire in regime di day hospital, in caso di trattamento delle patologie minori, tra cui l’adenoidectomia (asportazione delle adenoidi), i drenaggi trans-timpanici (intervento di ventilazione e drenaggio al timpano) e le epistassi (trattamento dell’emorragia delle fosse nasali). Dopo l’intervento, il paziente viene trattenuto per i controlli necessari prima della dimissione che, di norma, avviene nel pomeriggio.
L’attività si svolge dal lunedì al venerdì, ore 8.00-17.00.

Ambulatorio urgenza - emergenza

Padiglione ala est (pad. 5) 8° piano

L’ambulatorio svolge attività di assistenza in urgenza-emergenza per i pazienti che accedono al Pronto soccorso.

Per i pazienti con richiesta del medico di famiglia che attesti l’urgenza (U) è necessaria la prenotazione con le seguenti modalità:

  • numero verde 800 629 444 (attivo dal lunedì al venerdì 7:30-18:00 e il sabato 7:30-13:30)
  • presso le farmacie e sportelli CUP
  • servizio CupWeb (per chi ha attivato il Fascicolo Sanitario Elettronico-FSE)

Attività ambulatoriale

Pad. Centrale (pad. 6), 1° piano, tel. 0521.702195 (lun-ven, 13.30-14.30)

  • La struttura svolge attività specialistica ambulatoriale in vestibologia (disturbi dell’equilibrio), rinomanometria, fibroscopia, logopedia, audiometria, spettrografia e per gli impianti cocleari. 
    Per prenotare la visita è necessario recarti presso i punti di prenotazione CUP con la prescrizione del medico di famiglia.
  • La struttura svolge anche attività ambulatoriale per la  medicazione post-ricovero o post-intervento.
    In questo caso la prenotazione della visita avviene in modo diretto prima della dimissione dal reparto.

L’attività si svolge dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle 14.00.

Ricovero

Ala Est (pad.5), 7° piano, tel. 0521.703207  (fino al 15 settembre)

L'accoglienza per i ricoveri urgenti avviene tramite Pronto soccorso e ambulatori della struttura. Il ricovero programmato è deciso dallo specialista dopo la visita. L'ingresso avviene secondo l'ordine di prenotazione e la data del ricovero è comunicata telefonicamente al paziente. Il ricovero può avvenire anche su trasferimento da e per un'altra struttura.

Orari di visita ai degenti

La visita è consentita ai malati che rimangono ricoverati per un periodo superiore alle 48 ore. L'ingresso è consentito a un solo famigliare per un massimo di due ore: ore12-14 per i malati al letto dispari; ore 18-20 per i malati al letto pari.

Orari di ricevimento

I familiari possono contattare i medici e il direttore dal lunedì al venerdì, ore 12.00-13.00. Il coordinatore infermieristico è disponibile per informazioni dal lunedì al venerdì.

Ultimo aggiornamento contenuti: 26/06/2024

È possibile navigare le slide utilizzando i tasti freccia