Parto anonimo

Contenuto dell'articolo

È possibile partorire in ospedale senza lasciare le proprie generalità e affidando il proprio bambino alla struttura sanitaria che provvederà ad avviarlo all’adozione.

La legge italiana protegge i minori e le madri e consente (senza conseguenze civili o penali) a qualsiasi donna, che si reca in una struttura pubblica in prossimità del parto, di essere seguita e curata senza alcun obbligo di fornire le proprie generalità o altre informazioni che ne permettano l’identificazione.

È una normativa di civiltà che pone al centro l’assoluta tutela del bambino salvaguardando la privacy della madre.

Per informazioni chiamare i numeri 0521.702471 (coordinatrice sala parto) o 0521.702567 (coordinatrice degenza) o contattare la coordinatrice di Ostetricia al 2° piano del padiglione Maternità.

Ultimo aggiornamento contenuti: 03/12/2018