Radioterapia

Contenuto dell'articolo

Struttura complessa
del dipartimento Diagnostico

Chi siamo

Direttore: Nunziata D'Abbiero
Capotecnico: Federica Canali
Medici: Maria Luisa Bergamini, Giovanni Ceccon, Cristina Dell'Anna, Claudia Grondelli, Elisabetta Lattanzi.

Cosa facciamo

La Radioterapia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Parma dispone di due bunker dedicati con 2 acceleratori lineari di cui uno di penultima generazione (DHX Varian) dotato del sistema RapidArc-IGRT che permette di ridurre al minimo i tempi della seduta di radioterapia. L’altro acceleratore è un Primus Siemens del 2002 che permette di eseguire solo trattamenti 3D-conformazionali. E’ stata acquisita una TAC simulatore dedicata con 5 laser mobili per la simulazione virtuale. 

La radioterapia con tecnica RapidArc o VMAT (Volumetric Modulated Arc Therapy) è una sofisticata tecnica radioterapica molto precisa ed accurata, in grado di erogare il massimo della dose all’area tumorale risparmiando il più possibile i tessuti sani circostanti. Oltre alla rapidità di erogazione l’altra peculiarità di questa metodica è quella di poter effettuare quotidianamente, prima di ogni seduta di radioterapia, una Cone-beam CT, cioè delle immagini volumetriche (simil TAC) in posizione di trattamento, in modo da controllare e correggere il posizionamento del paziente e il movimento degli organi vicini alla lesione da trattare con la massima precisione. 

La radioterapia con tecnica RapidArc o VMAT (Volumetric Modulated Arc Therapy) è un trattamento che si può utilizzare per la cura di:

  • carcinoma della mammella
  • tumore della prostata
  • neoplasie del polmone
  • tumori della pleura
  • tumori del distretto cervico-facciale (cavo orale, rinofaringe, orofaringe, ipofaringe, laringe, metastasi ai linfonodi del collo da tumore ignoto)
  • tumori del distretto gastro-intestinale (esofago, stomaco, pancreas, retto, ano)
  • tumori ginecologici (vulva,vagina, utero) 

Con l’acceleratore lineare DHX Varian è possibile erogare trattamenti stereotassici sia sull’encefalo che sul resto del corpo (SBRT, Stereotactic Body Radiation Therapy, o SRT). Si tratta di una innovativa tecnica radioterapica non invasiva che permette di erogare una elevata dose di radiazioni direttamente sul volume tumorale con estrema accuratezza e precisione, provocandone la morte cellulare (necrosi). Tale tecnica viene eseguita in regime ambulatoriale e non richiede alcun tipo di anestesia, il paziente non è in nessun momento radioattivo e può proseguire la sua normale vita familiare. Viene effettuata una seduta quotidiana, indolore. 

La radioterapia stereotassica (SBRT) è un trattamento che si può utilizzare per la cura di:

  • tumori primitivi e metastasi del polmone
  • metastasi cerebrali
  • tumori primitivi e metastasi del fegato
  • tumori del pancreas
  • tumori della prostata
  • metastasi dei linfonodi dell’addome o della pelvi

Orari di ricevimento

I familiari possono contattare il direttore dal lunedì al venerdì, ore 14.00-16.00; i medici dal lunedì al venerdì, ore 11.00-13.00.
Il capotecnico è disponibile per informazioni dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00.

Ambulatorio visite

Padiglione Direzione (pad. 14), piano terra, tel. 0521.702507

In Radioterapia si effettuano prime visite per valutare la indicazione al trattamento radioterapico. Si effettuano visite in corso di trattamento e di controllo (follow up). In questa occasione, è importante portare tutta la documentazione a disposizione.

L’ambulatorio per le visite svolge la sua attività dal lunedì al venerdì, ore 8.00-13.00 e 14.00-16.00.

Per prenotare la visita è possibile contattare direttamente l’ambulatorio.

Accesso

Si accede alla Radioterapia attraverso prenotazione presso la segreteria tel  0521.702507, ore 7.30-16.00.

Per prenotare è necessaria la richiesta del medico di famiglia o dello specialista.

Al momento della prenotazione vengono comunicati:

  • l’appuntamento per la visita medica
  • criteri e tempi della lista di attesa per la radioterapia
  • sede e orario della prestazione.

 

Ultimo aggiornamento contenuti: 11/02/2020

È possibile navigare le slide utilizzando i tasti freccia