Formazione permanente

Lo strumento per progettare un moderno approccio allo sviluppo e al monitoraggio delle competenze individuali, per i diversi profili professionali

Contenuto dell'articolo

Sapere, fare, essere, e divenire: sono le quattro caratteristiche che definiscono la professionalità di un operatore della sanità secondo la formazione continua in medicina. L’Ecm vuole essere uno strumento per progettare un moderno approccio allo sviluppo e al monitoraggio delle competenze individuali, per i diversi profili professionali. Il sapere indica la capacità di mantenere le conoscenze teoriche aggiornate, il fare le abilità tecniche o manuali, l’essere la capacità comunicativa e relazionale, il divenire la capacità di innovazione. Il rapido e continuo sviluppo della medicina e delle conoscenze biomediche, l’accrescersi continuo delle innovazioni sia tecnologiche che organizzative rendono sempre più difficile per il singolo professionista mantenersi aggiornato e competente. I programmi di Educazione continua in medicina comprendono dunque l’insieme organizzato e controllato delle attività formative, sia teoriche che pratiche, con lo scopo di mantenere elevata la professionalità degli operatori della Sanità. In particolare, l’Ecm è finalizzata alla valutazione degli eventi formativi per garantire al singolo professionista qualità ed utilità delle iniziative formative. Le strutture come il nostro ospedale hanno ottenuto il riconoscimento a erogare prestazioni e servizi  in nome e per conto del Servizio sanitario nazionale a partire dall’accreditamento (DLgs 502/1992); tra queste vi sono anche le iniziative di formazione. La nostra Azienda in particolare realizza le seguenti azioni: rileva il fabbisogno formativo, governa la funzione della formazione continua, approva un piano della formazione aziendale e un rapporto annuale, supporta i processi di apprendimento e in particolare la formazione sul campo, promuove e valuta i dossier formativi – di gruppo e individuali – assicurandone la coerenza con l’offerta aziendale promuove o acquisisce le attività necessarie a garantire agli operatori l’acquisizione dei crediti Ecm, valorizza le competenze formative degli operatori e ne valuta le ricadute.

L’Azienda Ospedaliero-Universitaria è accreditata come provider Ecm dalla regione Emilia-Romagna

Il provider Ecm è un soggetto qualificato che realizza attività formative riconosciute idonee per il sistema di formazione continua e che pertanto individua ed attribuisce i crediti Ecm ad eventi e progetti formativi proposti dai responsabili scientifici che operano all’interno dell’Azienda. L’Azienda Ospedaliero-Universitaria svolge funzioni di provider anche per l’Università di Parma e per altre strutture esterne come ordini, collegi e associazioni. Dal 1 marzo (DGR 2401 del 16/02/2018) il Dipartimento interaziendale Risorse umane è provider provvisorio ECM (codice provider PG20170706274) per le due Aziende sanitarie, per i professionisti convenzionati e per i Medici di medicina generale.

Il nuovo sistema di accreditamento prevede che non siano gli eventi formativi ad essere accreditati ma i provider, definiti come soggetti abilitati a realizzare attività formative riconosciute idonee.  Altro elemento che caratterizza il nuovo sistema sono le garanzie di qualità e indipendenza della formazione. La qualità è assicurata da un apposito osservatorio, con un attento monitoraggio di tutti i prodotti informativi. Il controllo e l’indipendenza sono garantiti da un’appostia commissione nazionale e da un comitato di garanzia. Nuove tipologie formative sono state introdotte, tra le quali la formazione sul campo (per rispondere ai criteri di appropriatezza tra l’esercizio della professione e l’aggiornamento) e la formazione a distanza (per raccogliere un numero elevato di partecipanti abbattendo i costi e coniugando strategie formative universali, che arrivano agli operatori in  modo omogeneo).

In coerenza con questo approccio, tra i requisiti ulteriori richiesti per l’ottenimento e il mantenimento dell’accreditamento è inclusa la capacità di pianificare, controllare e valutare la formazione continua, come funzione di livello aziendale indispensabile a garantire, nel tempo, la qualità e l’innovazione dei servizi.

Ultimo aggiornamento contenuti: 07/05/2019