Ricerca e Covid-19

Contenuto dell'articolo

Questa pagina cerca di rispondere alle domande più frequenti dei ricercatori durante l’emergenza sanitaria dell’epidemia Covid-19, riferendosi alle fonti istituzionali e alle normative vigenti.

Dove trovo i dati ufficiali sull’epidemia?

Nei siti web istituzionali e tematici aggiornati in tempo reale.

Nel mondo 

La World Health Organization fornisce la mappa aggiornata su incidenza e mortalità e i report giornalieri sulla situazione globale con il dettaglio di ciascun paese per l’area europea.

In Italia 

In Emilia Romagna e in provincia di Parma 

Dove trovo le pubblicazioni più rilevanti?

Le pubblicazioni scientifiche su Covid-19 aumentano di ora in ora. Alcuni siti stanno raccogliendo le più autorevoli per aiutare ricercatori e clinici ad orientarsi:

  • Clinical Evidence Summaries mette a disposizione revisioni rapide in costante aggiornamento delle evidenze sul Covid-19 del Ministero della Salute di Singapore
  • Network Bibliotecario Sanitario Toscano fà sintesi degli articoli pubblicati da quattro riviste internazionali di rilievo (New England Journal of Medicine, BMJ, JAMA e Journal American Medical Association) e una collezione di Editori internazionali che offrono aggiornamenti costanti sulle pubblicazioni relative al virus e al contagio
  • Covid-19 Resource Centre raccoglie di dati e pubblicazioni sul tema del Coronavirus offerte gratuitamente da The Lancet
  • Database OMS contiene le pubblicazioni sul contagio da Coronavirus, aggiornato quotidianamente. Si tratta di una collezione di articoli molto vasta sulla quale è possibile fare le proprie ricerche attraverso diversi campi (temi, autori, riviste)

Come posso procedere per attivare uno studio?

Si stanno facendo tutti gli sforzi per agevolare l’attuazione di ricerche in questo ambito, sia a livello nazionale, sia tramite procedure semplificate in Azienda a seconda della tipologia di studio.

Studi farmacologici sperimentali e osservazionali prospettici.
Nel periodo di emergenza sanitaria, le sperimentazioni cliniche di medicinali e gli studi osservazionali prospettici con farmaco per pazienti Covid-19 vengono valutate centralmente dal comitato etico dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, previo parere del Comitato Tecnico-Scientifico dell’Aifa. Gli studi vanno sottoposti seguendo le modalità specificate nella relativa circolare AIFA
Leggi qui la comunicazione AIFA del 17 settembre per ulteriori indicazioni.

Altre tipologie di studi
La valutazione è in capo al Comitato Etico AVEN, che adotta procedure straordinarie al fine di un’attivazione tempestiva dello studio. Per ulteriori dettagli sulle modalità adottate è possibile contattare la segreteria del Comitato Etico di Parma via e-mail al’indirizzo comitatoetico@ao.pr.it.

Per gli studi promossi dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, l’Unità Operativa Ricerca e Innovazione è disponibile a coadiuvare il Principal Investigator nell’inserimento delle informazioni nella piattaforma regionale SIRER. Per richiedere il supporto, scrivere a sirer@ao.pr.it

Come posso richiedere l'uso compassionevole?

L’attivazione di programmi ad uso compassionevole per pazienti con Covid-19 avviene con procedura d’urgenza. Le richieste di avvio di programmi terapeutici di uso compassionevole sono valutate in urgenza centralmente dal Comitato Etico dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma. Le modalità dettagliate sono riportate dal sito Aifa.

Questa procedura si applica alle richieste di programmi ad uso terapeutico, cioè protocolli clinici predefiniti e identici per tutti i pazienti, presentati dalle aziende farmaceutiche. Non si applica invece alle richieste di uso terapeutico nominale, cioè impiego di medicinali ad uso compassionevole per singoli pazienti nell’ambito di una struttura ospedaliera senza un protocollo clinico predefinito dall’azienda titolare del farmaco. Tali usi terapeutici nominali rimangono di competenza dei Comitati Etici locali.

Come posso conoscere gli studi in corso?

Gli studi aumentano di ora in ora. Per evitare di attuare ricerche già in corso oppure per aderire a uno studio di un altro centro, è possibile consultare i seguenti siti:

Quali sono gli standard di cura attualmente disponibili?

Per standard di cura si intende quei farmaci utilizzati al di fuori delle sperimentazioni cliniche che vengono resi disponibili ai pazienti pur in assenza di indicazione terapeutica specifica per il Covid-19. AIFA ha predisposto delle schede, aggiornate in tempo reale, che riportano in modo chiaro le prove di efficacia e sicurezza dei farmaci utilizzati, le interazioni e le modalità d’uso raccomandabili nei pazienti Covid-19.

Cosa accade agli studi clinici in corso non attinenti a Covid-19?

L’emergenza attuale può impattare fortemente sulla conduzione degli studi in atto. E’ consentito gestire le attività previste dalla sperimentazione clinica al di fuori del centro sperimentale, con opportune garanzie di sicurezza. In quest’ottica è possibile, ad esempio, l’effettuazione di esami ematologici in laboratori di strutture vicine al domicilio del paziente, e l’attuazione di procedure direttamente al domicilio, se fattibile. Per quanto riguarda il monitoraggio è importante sapere che AIFA considera non accettabili soluzioni che comportino un aggravio di lavoro per il personale del centro sperimentale (per es. la trasformazione in pdf di numerosi documenti).

Per ulteriori dettagli, è possibile consultare:

Ultimo aggiornamento contenuti: 05/11/2020