News dall'ospedale

Fascicolo sanitario elettronico

La propria storia clinica consultabile on line in forma protetta e riservata. Materiali informativi per sapere cos’è e come fare per attivarlo
25 ottobre 2013

Contenuto dell'articolo

Semplificare i percorsi per i cittadini e costruire uno strumento funzionale ai professionisti per l’assistenza e la cura. 
Queste le opportunità del Fascicolo sanitario elettronico, che consente di raccogliere in formato digitale la propria documentazione sanitaria e di visualizzarla sul web, in forma protetta e riservata. In distribuzione a Parma i materiali informativi, un depliant e una locandina. Il messaggio è: “La propria  storia clinica consultabile on line in forma protetta e riservata. Per migliorare la conoscenza e i processi di cura”.

Questo significa la possibilità di consultare in internet, ogni volta che ne abbiamo bisogno, con la protezione di credenziali d’accesso personali, visite, esami, referti di strutture pubbliche del Servizio sanitario regionale (e progressivamente anche di strutture private accreditate), prescrizioni di farmaci, altri documenti (per esempio, eventuali esenzioni dal pagamento del ticket o lettere di dimissioni da ospedali pubblici) e i propri dati anagrafici. Solo la persona interessata lo può consultare; a breve sarà possibile scegliere di rendere accessibili i documenti anche al medico o pediatra di famiglia e ad altri professionisti coinvolti nelle cure, previa autorizzazione e nel rispetto della privacy.
Il Fascicolo sanitario elettronico oggi può contenere i documenti sanitari presenti nella rete telematica Sole, che collega operatori e strutture del Servizio sanitario regionale per permettere la condivisione di informazioni sugli assistiti.
Ogni persona può inoltre inserire altri documenti personali: ad esempio, appunti sulle cure o sulle diete da seguire, un’agenda per gli appuntamenti, documenti relativi a visite o esami effettuati in strutture private o in strutture sanitarie di altre Regioni.

Il Fascicolo sanitario elettronico è facoltativo e può essere costruito in qualsiasi momento da tutte le persone maggiorenni iscritte al Servizio sanitario regionale – che hanno dunque scelto un medico o un pediatra di famiglia – e che hanno dato il proprio consenso formale all’inserimento dei propri dati nella rete Sole. E’ possibile attivare il Fascicolo anche per i propri figli minorenni. Per attivarlo, è necessario rivolgersi ad uno degli sportelli dedicati dell’Azienda Usl per ottenere le credenziali, nel rispetto della privacy. Una volta effettuato l’accesso, è possibile usufruire di altri servizi on line, per esempio  pagare il ticket e, a breve, prenotare visite ed esami specialistici.

Oggi sono circa 32 mila i Fascicoli sanitari elettronici attivati in Emilia-Romagna; altre 30 mila persone hanno fatto richiesta delle credenziali di accesso.

Ultimo aggiornamento contenuti: 14/11/2013