2a Anestesia, rianimazione e terapia antalgica

Contenuto dell'articolo

Struttura complessa
del dipartimento Chirurgico generale e Specialistico

Chi siamo

Direttore: Elena Giovanna Bignami
Coordinatore infermieristico Degenza Terapia intensiva: Patricia Maestri
Coordinatore infermieristico Ambulatori area chirurgica: Luciana Bondi
Coordinatore infermieristico Terapia antalgica: Antonella Gambarini
Medici: Simonetta Adamanti, Monica Alaimo, Marco Baciarello, Maria Barbagallo, Silvia Bettinelli, Elena Giovanna Bignami, Barbara Boschi, Franca Bridelli, Erika Cerdelli, Barbara Clima, Laura De Luca, Silvia Di Gennaro, Cinzia Domante, Irene Esposito, Silvia Ferri, Michelina Ferro, Augusto Fioro, Cinzia Fornaciari, Silvia Garioni, Alessandra Gavarini, Samanta Gorgoglione, Artan Lala, Maurizio Leccabue, Cristiana Madoni, Maria Elena Manferdini, Giada Maspero, Adriano Pisi, Eniana Politopoulou, Simona Pupo, Alexia Reggiani, Bianca Valentina Salamousas, Alessandra Salvadori, Eleonora Schiappa, Giampietro Simonini, Silvana Sivelli, Vincenzo Sorrentino, Michela Tosi, Raffaella Troglio, Giovanni Trombi

Cosa facciamo

La struttura complessa 2a Anestesia, rianimazione e terapia antalgica, in collaborazione con la 1a Anestesia e rianimazione e con la Centrale operativa 118, contribuisce all'attività di primo soccorso territoriale con eliambulanza.

I medici della struttura svolgono attività di didattica nei corsi di laurea in Medicina e chirurgia, Odontoiatria, Scienze motorie e Scienze infermieristiche. Ai medici iscritti alla scuola di specializzazione è fornita istruzione teorico-pratica. L'attività di insegnamento teorico è garantita anche in altre scuole di specializzazione di Medicina e chirurgia dell'Università degli studi di Parma.

Il servizio è articolato in tre settori:

  • Anestesia,
  • Terapia intensiva
  • e Terapia antalgica.

Anestesia

Il settore anestesiologico garantisce l’attività di anestesia nei reparti di Clinica chirurgica generale, Toracica, Vascolare, Chirurgia d’urgenza, Senologia, Day surgery, Urologia, Ostetricia e ginecologia, Malattie infettive ed epatologia, Gastroenterologia e endoscopia digestiva, Cardiologia e reparti ortopedici.

L’attività dell’anestesista include:
• la valutazione del paziente per ottimizzare il suo stato di salute ai fini dell’intervento, discutendo il tipo di anestesia migliore per la sua sicurezza e il suo comfort;
• l’esecuzione dell’anestesia migliore per il paziente, che consenta però anche al chirurgo di operare nella migliore sicurezza e efficienza possibili;
• la gestione delle alterazioni delle funzioni vitali, sia di routine che impreviste, durante gli interventi chirurgici (ad es: emorragie, respirazione, eccessivi aumenti o diminuzioni della pressione sanguigna, etc…);
• l’assistenza al paziente alla fine dell’anestesia e nelle prime ore (se necessario, giorni) dopo l’intervento.

Il settore assicura:

  • il servizio di guardia anestesiologica per le emergenze/urgenze;
  • il percorso del paziente dalla fase di valutazione pre-operatoria (nell’ambulatorio anestesiologico);
  • assieme all’équipe chirurgica, partecipa alla gestione post-operatoria del paziente che affronta la piccola e grande chirurgia, attraverso:
    • trattamento del dolore postoperatorio
    • gestione dei pazienti che sviluppano alterazioni delle funzioni vitali dopo la chirurgia
    • gestione dei pazienti che necessitano di terapia intensiva per il loro decorso postoperatorio
  • l’analgesia nel travaglio del parto;
  • l’assistenza per la sedazione e/o analgesia e/o narcosi (Non Operating Room Anestesia, Nora) presso la Cardiologia, le Malattie infettive e epatologia e la Gastroenterologia e endoscopia digestiva;
  • l’assistenza anestesiologica per i trapianti di rene e rene-pancreas;
  • assistenza anestesiologica per gli interventi di chirurgia bariatrica (per il trattamento dell’obesità);
  • attività anestesiologica presso il day surgery di Ostetricia e ginecologia
  • attività anestesiologica per gli interventi in regime di day surgery e ambulatoriale per il Dipartimento chirurgico generale e specialistico di cui fa parte.

Terapia intensiva

La struttura semplice di Terapia intensiva è un centro di terapia intensiva e rianimazione collocato al 3° piano dell’Ala Est (pad. 05) e garantisce assistenza e terapia a tutti i pazienti in condizioni estremamente critiche provenienti dalle sale operatorie chirurgiche e medici a esso afferenti, dal Pronto soccorso, o da altre strutture dell’ospedale che necessitano di cure intensive e rianimatorie.

Centro di Terapia antalgica

Il Centro si trova al 2º piano del Padiglione Centrale (pad. 06)

Il Centro di terapia antalgica è centro di riferimento hub per la terapia del dolore nella regione Emilia-Romagna.  I servizi offerti includono: la valutazione medica del paziente con patologie dolorose croniche e il trattamento interventistico ambulatoriale del dolore cronico:

  • iniezioni epidurali (o “peridurali”), particolarmente indicate nel dolore resistente a altre terapie provocato da ernia del disco (la cosiddetta “sciatica”) o stenosi spinale
  • iniezioni mirate in altre strutture della colonna vertebrale, responsabili di altri tipi di mal di schiena
  • iniezioni intra-articolari (ginocchio, anca, spalla, etc…)
  • iniezioni su nervi periferici o altre strutture, utilizzate sia per trattare che, talvolta, per confermare la diagnosi di specifiche patologie dolorose (neuropatie, tendinopatie, etc…)
  • trattamento con “platelet rich plasma” (PRP) per alcune patologie articolari o dei tendini
  • programmazione e aggiustamento del funzionamento di stimolatori midollari
  • programmazione e rifornimento di pompe intratecali per la terapia del dolore o per la terapia della spasticità (baclofen).

Il Centro opera trattamenti del dolore in regime di day hospital (dimissione a casa nel pomeriggio) tra i quali: trattamenti in radiofrequenza delle branche mediali (“faccette articolari”) della colonna vertebrale, dell’articolazione sacroiliaca, della spalla, del ginocchio o dell’anca (questi trattamenti vengono solitamente utilizzati dopo una o più iniezioni ambulatoriali, per prolungarne gli effetti a medio/lungo termine), trattamenti in radiofrequenza pulsata di nervi periferici e gangli delle radici dorsali (principalmente indicati nelle radicolopatie o neuropatie croniche) e sostituzione, rimozione o revisione di impianti di stimolatori midollari o pompe intratecali.

Il centro dispone infine di posti letto di degenza ordinaria tipicamente utilizzati per impianto di prova e definitivo di stimolatori midollari per il trattamento del dolore cronico, per i quali può vantare esperienza e disponibilità di tutti i tipi di dispositivo attualmente disponibili nel mercato, terapie per il dolore cronico (basate su leggere correnti elettriche che riducono la trasmissione del dolore dal corpo al cervello, e che non prevedono l’uso di farmaci (e dei relativi effetti collaterali), trattamento di prova e impianto di pompe intratecali per il trattamento del dolore con oppioidi e adiuvanti in piccole dosi, che sostituisce la terapia per bocca nei pazienti che raggiungono elevati dosaggi senza trovarne sufficiente beneficio (questo trattamento è particolarmente indicato per pazienti con dolore oncologico correlato a cancro per i quali la terapia antidolorifica per bocca o endovenosa non è sufficiente o causa eccessivi effetti collaterali), l’infusione prolungata di farmaci endovena (ketamina, clonidina, oppioidi) per alcuni specifici tipi di patologie o altre problematiche (chronic regional pain syndrome, anche conosciute come algodistrofia e causalgia e necessità di riduzione graduale di terapia con oppiodi o altri farmaci).

Il Centro pratica anche il trattamento della spasticità, in collaborazione col Centro Spina bifida aziendale e altri centri di riabilitazione regionali e non. In questo ambito, il Centro è uno dei pochi in Italia a trattare sia la popolazione adulta che pediatrica.

Ricovero

Il ricovero in Terapia intensiva è deciso dal medico di Pronto soccorso in accordo con il medico anestesista-rianimatore quando si verificano condizioni di emergenza-urgenza che richiedono un ambiente di cura intensivo o quando è necessario il monitoraggio intensivo post-operatorio. Il ricovero in Terapia antalgica -in day hospital o in regime di ricovero - è deciso dai professionisti della struttura nel caso di necessità di applicare neurostimolatori o pompe a infusione spinale o altre metodiche. 

Orari di visita ai degenti

I degenti della Terapia intensiva possono ricevere visite tutti i giorni dalle 12.30 alle 13.30 e dalle 18.30 alle 19.30. L’accesso alle 13.00 è consentito a due visitatori. Durante l’accesso delle 18.30 è consentito l'ingresso a più persone, ma solo due visitatori si possono accostare in contemporanea al degente. L’ingresso visitatori alle 12.30 prevede che il medico e l'infermiere diano le informazioni cliniche ai famigliari autorizzati. 

I degenti in Terapia antalgia possono ricevere visite in modo libero durante l'intera giornata.

Orari di ricevimento

I familiari possono ricevere informazioni dai medici, tutti i giorni, alle ore 13.00 circa, previo appuntamento al 0521.704852. Il coordinatore infermieristico è disponibile per informazioni dal lunedì al venerdì.

Ultimo aggiornamento contenuti: 03/12/2019

È possibile navigare le slide utilizzando i tasti freccia

È possibile navigare le slide utilizzando i tasti freccia