Servizio Farmacia e governo clinico del farmaco

Chi siamo

Direttore: Alessandra Zanardi
Responsabili: Cristina Rosi, Chiara Linguadoca, Rosa Pagano, Chiara Cannizzo (Dispositivi medici), Wania Tantone, Sara Bologna, Giulia De Luca, Ersilia Lupoli, Chiara Lamesta, Brunella Di Candia (Farmaci), Maria Laura Gallani, Eleonora Musi, Amalia Caruso, Francesca Maccioni (Galenica Clinica e Farmacia Oncologica), Maria Eugenia Sesenna, Francesca Soave (Farmacia M. Infettive)

Dove siamo

Il Servizio Farmacia e governo clinico del farmaco si trova al padiglione Farmacia, piano rialzato.
Il più vicino ingresso all’ospedale è in via Abbeveratoia.

Cosa facciamo

Il Servizio Farmacia e governo clinico del farmaco è una struttura complessa del Dipartimento farmaceutico interaziendale che garantisce il complesso delle attività di previsione e proposta di approvvigionamento, produzione, gestione e distribuzione di farmaci, dispositivi medici e materiale sanitario utile al trattamento dei pazienti ricoverati. Promuove efficacia, efficienza e sicurezza delle cure legate ai trattamenti farmacologici e valuta l’utilizzo di farmaci e beni sanitari in relazione agli obiettivi aziendali. Organizza e coordina le attività di assistenza farmaceutica in linea con gli obiettivi nazionali, regionali e aziendali. Verifica l’appropriatezza delle prescrizioni relative ai consumi interni e all’erogazione diretta ai pazienti in dimissione. Contribuisce alla qualificazione professionale nei confronti del personale farmacista, medico e infermieristico per quanto riguarda le scelte in campo farmaceutico.

Queste, in sintesi, le principali attività:

  • Ricezione, analisi critica ed evasione richieste.
  • Monitoraggio e reporting dei dati di prescrizione e di consumo.
  • Formulazione di capitolati tecnici per le acquisizioni in gara.
  • Informazione e documentazione scientifica sui farmaci.
  • Allestimento terapie personalizzate per particolari esigenze cliniche (galenica tradizionale e clinica).
  • Controllo e ispezione sulla gestione di farmaci, dispositivi medici e presidi medico chirurgici per verificare il rispetto delle normative, la corretta conservazione e la congruità scorte.
  • Redazione di linee guida per la gestione dei farmaci e presidi nelle varie strutture
  • Elaborazione, stesura, stampa, diffusione, revisione e periodico aggiornamento del Prontuario terapeutico ospedaliero provinciale (Ptop) all’interno della Commissione provinciale del farmaco (Cpf).
  • Promozione e partecipazione a commissioni e gruppi di lavoro interdisciplinari finalizzati alla elaborazione, stesura e diffusione di linee guida e percorsi per utilizzo di farmaci e dispositivi medici.
  • Vigilanza sul rispetto delle disposizioni ministeriali, regionali e aziendali in materia di prevenzione dei rischi.
  • Attività di farmacovigilanza (Fv) delle reazioni avverse e del monitoraggio intensivo sui farmaci e dispositivi medici.
  • Applicazione della legge 405/01 relativa all’erogazione dei farmaci ai pazienti in dimissione.

Fase due: indicazioni per l'accesso degli informatori scientifici

In riferimento alla ripresa dell’attività di informazione scientifica in Regione Emilia-Romagna, interrotta a causa dell’emergenza, sono state individuate le nuove indicazioni relative alle forme di confronto diretto tra gli informatori e promotori con i professionisti e rappresentanti istituzionali del Sistema Sanitario Regionale. E’ permesso: riprendere gli incontri in presenza laddove le condizioni ambientali e organizzative lo consentano nel rispetto dei comportamenti individuati a tutela del personale e dell’utenza (luoghi e orari sono definiti nel regolamento aziendale – limitatamente alle aree non Covid), è possibile anche svolgere l’attività in videoconferenza attraverso piattaforme open.

Da agosto, in base alle condizioni epidemiologiche, si valuterà la necessità di modificare le modalità d’incontro, sempre adottando tutte le precauzioni necessarie a minimizzare le possibilità di contagio e garantire semplicità di gestione delle attività.

Nelle more dell’implementazione della nuova piattaforma informatica regionale di gestione dell’attività, non è richiesta la compilazione di moduli di richiesta di accesso e di rendicontazione di avvenuto incontro.

Ultimo aggiornamento contenuti: 18/06/2020