Ospedale Maggiore: la riabilitazione che fa bene alla pelle

Dalla collaborazione tra Centro ustioni e Medicina riabilitativa del Maggiore di Parma nasce un nuovo trattamento che parte dalle strisce adesive neuro muscolari

04/09/2017

In occasione del 17esimo Congresso Europeo dei Centri Grandi Ustionati, in programma a Barcellona dal 6 al 9 settembre 2017, l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma presenterà un lavoro multidisciplinare sul trattamento riabilitativo delle cicatrici da ustione integrato con l’utilizzo del taping neuro muscolare, un nastro adesivo elastico traspirante e resistente all’acqua con spessore e peso paragonabili a quello della cute.

Il taping è una striscia adesiva utilizzata nella cura dei dolori muscolari e delle articolazioni. I professionisti della Medicina riabilitativa e del Centro Ustioni dell’Ospedale Maggiore di Parma, sono andati oltre applicando lo speciale cerotto anche a pazienti ustionati ottenendo significativi risultati nella qualità del recupero.

Il trattamento delle cicatrici riveste un ruolo fondamentale nella ripresa del lavoro e delle attività di vita quotidiane dei pazienti ustionati, maggiormente quando le stesse cicatrici vanno a compromettere la funzionalità degli arti. In seguito all’introduzione di questo strumento, si sono ottenuti miglioramenti estetici, della funzionalità estenso-elastica e del colore della cute, della sensibilità tattile, termica e dolorifica e soprattutto un miglioramento in termini di recupero della elasticità muscolare e dell’articolarità.

Tale lavoro verrà presentato dalla fisioterapista Stefania Allegri (Medicina Riabilitativa) ed ha visto la collaborazione di Giuseppe De Nunzio (infermiere Centro Ustioni), Edoardo Caleffi (Direttore Chirurgia Plastica e Centro Ustioni) e Rodolfo Brianti (Direttore Medicina Riabilitativa).

Il Centro Ustioni dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, tra le 17 strutture attive sul territorio nazionale, ancora una volta si dimostra all’avanguardia nell’applicazione clinica di nuovi approcci terapeutici e nello sviluppo di nuove procedure terapeutiche e riabilitative.

Cerca

 
Ultimo aggiornamento contenuti: 12/09/2017
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.