Pagare il ticket

Per tutte le prestazioni ambulatoriali (visite, esami, prestazioni strumentali, ecc.) è necessario pagare il ticket fissato dal Servizio sanitario nazionale.

Il ticket va pagato prima della prestazione, al momento del pagamento viene rilasciata una ricevuta in duplice copia: una copia va consegnata dove si effettua la prestazione.

Dove e come pagare:

  • utilizzando il servizio di pagamento online (con carta di credito Visa o Mastercard, senza commissione)
  • agli sportelli bancari di qualsiasi banca utilizzando il modulo MAV che viene consegnato insieme alla prenotazione (senza nessuna commissione)
  • con il pagobancomat, postamat e carta di credito (Visa o Mastercard) presso i Punti di accoglienza dell’Ospedale
  • nelle apposite macchine riscuotitrici (utilizzando la tessera sanitaria oppure il codice a barre del foglio di prenotazione): Torre delle medicine, Punto di Accoglienza Radiologia, piano terra (pad. 1); Torre delle medicine, ambulatori chirurgici, secondo piano (pad.1); pad. Oculistica e centro senologico, Punto di Accoglienza (pad.9); pad. Cattani, piano terra (pad.15); pad. Poliambulatori, centro prelievi (pad.23); pad. Pediatria (pad. 12 ingresso B); Pronto soccorso 
  • presso lo sportello bancario del Poliambulatorio dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di via Abbeveratoia (dal lunedì al venerdì, ore 8.00-12.30 e 14.45-16.30)
  • negli uffici postali utilizzando il bollettino di c.c.p. intestato all’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma n. 330431
  • i ticket per le prestazioni sanitarie erogate presso il poliambulatorio Dalla Rosa Prati possono essere pagati direttamente sul posto

Conservate le ricevute: i ticket pagati possono essere elencati, tra le spese sanitarie in detrazione, nella denuncia dei redditi. I ticket pagati in modo elettronico sono inseriti in modo automatico nella dichiarazione dei redditi (nella modalità dichiarazione pre-compilata)

Nella nostra regione  (dal 29 agosto 2011), sono in vigore i ticket per la compartecipazione alla spesa sanitaria; pertanto, al momento della prenotazione, è necessario dichiarare la propria fascia di reddito.

La Regione Emilia-Romagna ha previsto esenzioni per i lavoratori colpiti dalla crisi e i residenti nei Comuni danneggiati dal terremoto con ordinanza di inagibilità/sgombero per abitazioni, studi professionali o imprese e per i familiari di persone decedute.  Queste esenzioni sono prorogate fino al 31 dicembre 2016.

Cerca

 
Ultimo aggiornamento contenuti: 05/09/2017
Per offrirti il miglior servizio possibile in questo sito utilizziamo i cookies, anche di terze parti a solo scopo statistico. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Ulteriori informazioni.